Coraline

Ho deciso di leggere questo racconto dopo aver visto il film. A lettura terminata sono rimasta piacevolmente colpita dalla cura con cui è stato riprodotto il libro in versione cinematografica.

coralineCoraline” è un racconto di Neil Gaiman, noto per l’omonimo film d’animazione (“Coraline e la porta magica”, del 2010, diretto da Henry Selick). In casa di Coraline ci sono tredici porte che permettono di entrare e uscire da stanze e corridoi. Ma ce n’è anche un’altra, la quattordicesima, che dà su un muro di mattoni. Cosa ci sarà oltre quella porta? Oltre quel muro dovrebbe esserci un appartamento vuoto, ma… sarà vero? Perché un giorno Coraline scopre che dietro la porta si apre un corridoio scuro, e alla fine del corridoio c’è una casa identica alla sua, e nella cucina della casa vive una donna uguale a sua madre. Quasi uguale, anzi, perché al posto degli occhi ha due lucidi bottoni, attaccati con ago e filo. Un romanzo che ci porta in un mondo incantato come Alice nel paese delle meraviglie, ma con una nota piacevolmente horror. La storia, narrata in terza persona, non la rende dissimile da una fiaba. Il tema principalmente riguarda l’universo dei bambini, che desiderano (quasi sempre!) dei genitori totalmente diversi dai propri, che li lascino vivere senza regole e che li lascino fare ciò che vogliono, ma il pericolo è dietro l’angolo. Ci si può solo illudere che un mondo diverso sia migliore di quello attuale, ma se ottenessimo questo universo parallelo, ci renderemo conto di come sia irreale e inconsistente. Ed è proprio ciò che accade a Coraline. Un tema attuale, racconato in modo del tutto inusuale e perciò degno di lode. La trama è intrigante e ricca di colpi di scena che spesso sono decisamente horror; i personaggi grotteschi e tragicomici, sono la parte più interessante del romanzo perchè, con questo gioco del doppio, si presentano come due facce di una stessa medaglia. La lettura rapisce in ogni istante e incute paura (senza esagerare) non solo ai più piccoli.

Voto e commento: ★★★★★

Lettura perfetta per bambini e adulti, facilitata anche dalle illustrazioni presenti nel romanzo, ottima per passare qualche ora. Un romanzo che fa venire i brividi e che non riuscirete a smettere di leggere. Un perfetto conubio tra una fiaba è un romanzo horror. La storia riprende molti aspetti di Alice nel paese delle meraviglie: il gatto, il sogno, un alter-mondo, i gemelli (in questo caso gemelle). Questo, però, non è assolutamente una pecca, ma una uno svecchiare una storia: facendo indossare ad Alice degli abiti moderni e coprendo tutto con un velo horror, la si attualizza e le dà un aspetto nuovo anche se un po’ sinistro. Un romanzo che consiglio vivamente.

Piccola curiosità: Niccolò Ammaniti (leggi la mia recensione su Ti prendo e ti porto via) ha detto a proposito di questo romanzo: “Leggete questo libro ai vostri figli, li avrete in pugno”

Inquietante, non è vero?!

Se avete anche voi letto o visto Coraline, fatemi sapere con un commento sotto questo articolo.

Saluti!

I commenti sono chiusi.