Cose che nessuno sa

Ho letto questo romanzo giusto un anno fa. Mi ha insegnato che per quanto l’uomo possa progredire ci saranno sempre delle cose che nessuno sa.

cose-che-nessuno-saCose che nessuno sa” è un romanzo di Alessandro D’Avenia. Un bellissimo esempio di narrativa italiana di indirizzo adolescenziale. Il romanzo ci immerge nel piccolo mondo di Margherita che sta per iniziare il suo primo anno di liceo, ricca di paure e speranze. La sua vita ruota attorno alla propria famiglia ma quando ascoltando un messaggio in segreteria scopre che il padre non sarebbe più tornato a casa il suo piccolo idillio si sgretola. Un professore di latino, alla ricerca di sè, le insegnerà il coraggio Telemaco spingendola a parire per cambiare il proprio destino. La storia scritta in terza persona a differenza del primo romanzo dell’autore “Bianca come il latte, rossa come il sangue“, è raccontata analizzando le caratteristiche psicologiche di alcuni personaggi tra cui la caparbia Margherita, il tenebroso Giulio (un giovane ribelle) e il dolce giovane professore. Ogni persognaggio riporta una caratteristica dello scrittore diventando così, un’appendice della personalità dell’autore. Una delle colonne portanti del romanzo è la figura di nonna Teresa un anziana signora ricca di saggezza e di comprensione, segno di come questo romanzo rappresenti la realtà delle famiglie italiane del Mezzogiorno. “Cose che nessuno sa” è una lettura leggera, ma ricca di riflessioni. Lo stile è semplice e poetico adatto a rappresentare la semplicità del mondo adolescenziale, elevandolo però al più grande poema antico: “L’Odissea“. Metafora comune nel mondo della letteratura, “L’Odissea” è diventata il simbolo della ricerca di se stessi, così tutto il romanzo non è altro che una ricerca compiuta da ogni personaggio nel suo piccolo universo volta a scoprire o a riscoprire se stessi.

Voto e commento: ★★★★☆

Nonostante il romanzo sia scritto in modo impeccabile, non ha trovato il favore di un vastissimo pubblico, più abituato alla classica storia strappalacrime dalla trama superficiale e a volte scontata. Questa storia invece può essere un ottimo spunto per avvicinarsi ad una lettura meno banale e più ricca di riflessione, pur rimanendo nel mondo adolescenziale. Consiglio questo romanzo ad un pubblico di adolescenti e non, perchè descrive l’evoluzione dell’amore partendo dal frivolo sentimento adolescenziale, arrivando alla riscoperta di un matrimonio finito. L’infinita dolcezza con cui è raccontato questo romanzo rapisce in modo delicato, lasciando al lettore una sensazione di pace e allo stesso tempo lo induce a riflettere sulle cose che nessuno sa.

Fatemi sapere cosa pensate degli autori italiani con un commentino.

Vi bacio.

Precedente Memorie di una Geisha Successivo Fallen