Game of Thrones|Il Trono di Spade

Rieccoci per una nuova recensione su una delle serie tv che ha rapito il pubblico italiano dopo aver fatto innamorare i telespettatori oltre oceano, sto parlando ovviamente di Game of Thrones (Il Trono di Spade).

Vedi il trailer della serie qui!

Game of thronesSe vuoi sapere di più sul mondo delle Serie Tv clicca qui
 La serie ideata da David Benioff e D.B. Weiss è tratta dal ciclo di romanzi dello statunitense George R.R. Martin, in particolare Le Cronace del Giacchio e del Fuoco. Ha il suo debutto sul canale della HBO il 17 aprile del 2011, riscontrando fin da subito il favore della critica (nonostante le numerose scene di nudo e di violenza) e del pubblico, tanto da portare la serie attualmente fino alla sesta stagione e rendendola una tra le più premiate negli USA.

Il Lord di Grande Inverno viene incaricato dal re Robert Baratheon, che è anche suo amico, di ricoprire il ruolo di Primo Cavaliere del Re ad Approdo del Re, e Eddard Stark non può far altro che accettare. La situazione tra i Sette Regni però e molto delicata, e sembra essere davvero vicina l’implosione. Continuano infatti gli intrighi degli elementi del casato Lannister, che intedono aggiudicarsi il Trono. Intanto Jon Snow, figlio bastardo di Stark, decide di arruolarsi nei Guardiani della Notte, recandosi con loro sulla Barriera. Questi devono far fronte ad una nuova minaccia, quella che sta arrivando dal Nord, separato dal resto del regno proprio dalla Barriera, che non è altro che un enorme muro di ghiaccio. Ma nelle selvagge terre che si trovano al di là del mare la situazione non sembra essere più tranquilla. Qui, infatti, Daenerys Targaryen e suo fratello, il malvagio Viserys, sono intenzionati a riprendere il potere che credono gli spetti. Questi infatti sono gli ultimi esponenti del casato Targaryen, che era al potere prima della rivolta di Robert, che aveva portato i Baratheon al potere. La guerra sembra davvero alle porte e, tra intrighi di palazzo e subdoli giochi di potere, lo scontro è inevitabile. Ci troviamo in uno mondo fantastico, alla stregua del nostro medioevo, in cui le stagioni durano in alcuni casi intere generazioni, e dove casate in cerca di potere e successo si scontarno in un sottile gioco in bilico tra pace e guerra per conquistare l’amibito Trono di Spade. In questo mondo in equilibrio precario prendono vita passioni, successi, amori, vendette; tensioni volte a introdurre il pubblico sempre più all’interno di questo mondo e della infinita ramificazione dei suoi segreti. Nessuno è escluso dal “Gioco dei Troni“, Oriente, Occidente, Nord, Sud ognuno combatte per la propria causa (per meglio dire casata), mettendo da parte ogni sentimento di pietà pur di far valere il proprio dominio sui Sette Regni. Un mondo machiavelico dove si è persa quasi ogni traccia di onore e umanità.

Voto e commento: ★★★★★

Sono stata invogliata a vedere questa serie da un po’ di persone, in quanto ero molto scettica, ma devo dire che ne sono rimasta davvero molto impressionata, tanto da aver letto d’un fiato il primo libro (dopo aver visto in meno di una settimana 5 stagioni del telefilm). Il mondo costruito da “Martin” è davvero ben strutturato: il territorio, i personaggi, la psicologia che li muove, ogni cosa è studiata nei minimi dettagli. Il merito più grande va a “David Benioff” e “D.B. Weiss” che sono riusciti in modo a dir poco esemplare a trasformare un idea scritta in un ciclo di telefilm, con la stessa meticolosità e precisione dello scrittore. I set, la recitazione e gli effetti speciali sono di ottima qualità, quasi da avvicinare “Il Trono di Spade” alla pietra miliare del fantasy: “Il Signore degli Anelli”. Unica pecca sono le eccessive scene di nudo e di violenza, che possono non piacere a tutti i telespettari e che rendono il telefilm sconsgliato ai più piccoli. La trama è davvero avvincente, un susseguirsi frenetico di segreti, guerre e cospirazioni che mantengono il pubblico attento e invogliano a continuare la visone della storia. L’aspetto più interessante, oltre la profonda analisi sulla psicologia dei personaggi, è l’onore. Il concetto di onore è avvicinabile all’idea di umanità e pietà, alla cum-passio cristiana che in questo mondo sembra soppiantata dalla violenza, che per quanto possa sembrare ingiustificata rincorre un fine: la pace, ma quale pace si ottiene attraverso il sacrificio di migliaia di vite?

A voi la risposta a questa domanda, alla prossima!

Piccola curiosità: L’attore Sean Bean che interpreta il ruolo di Eddard Stark, ha recitato anche ne “Il Signore degli Anelli” e in “Troy”.

Precedente Alice Attraverso Lo Specchio Successivo Come soppravivvere all'estate|Guida per lettori da ombrellone