Gregor

Ho letto questo romanzo qualche annetto fa, appena uscito. Una bellissima esperienza fantasy.

gregor-la-prima-profezia-libro-60821Gregor” è il primo romanzo della seconda saga firmata Suzanne Collins. Invece di passare l’estate a giocare con gli amici, Gregor si ritrova a gestire Boots, la sorellina di due anni, che parla come un alieno in miniatura. Un giorno, la piccola pestifera si tuffa oltre una grata e sparisce. Gregor si lancia all’inseguimento e finisce nel Sottomondo, un luogo straordinario e terribile, abitato da umani dalla pelle bianchissima e dagli occhi viola, che si sono anticamente rifugiati sottoterra per sfuggire a una persecuzione, e lì hanno creato un mondo parallelo, dove si vola in sella a pipistrelli giganti, ci si allea con gli scarafaggi e si combatte contro ragni e ratti bianchi. Gregor scopre che anche suo padre, scomparso qualche tempo prima, è disperso nel Sottomondo. Toccherà a lui cercarlo, sulle tracce di un’antica profezia. Un romanzo di notevole spessore pedagogico, di evoluzione e di crescita. Il personaggio di Gregor è ben strutturato, anche se presenta un modus operandi non propriamente adatto alla sua età. La trama è avvincente, non banale e decisamente interessante. La lettura è scorrevole, non lenta e a tratti anche commovente. Nulla da dire se non che ci troviamo di fronte ad una nuova perla di Suzanne Collins, totalmente diversa da Hunger Games.

Voto e commento: ★★★★★

Ho adorato questo romanzo. Lo stile di Suzanne Collins è davvero notevole. Tutto funziona e il tocco fantasy rende il romanzo molto appassionante. Gregor diventa quasi un nuovo Harry Potter, con la maturità di un uomo (unica nota dolente a parer mio). Di notevole importanza sono i valori analizzati dal romanzo: la responsabilità, l’amore paterno, il coraggio e la maturità. Un romanzo eccitante, ricco di colpi di scena. Il Sottomondo con i suoi abitanti è ben costruito, si può dire che l’idea di base di questo romanzo è davvero geniale, nuova. Consiglio questa lettura a un pubblico di tutte le età. Mi rendo conto che i ragazzini leggono i romanzi che sono “di moda” (se leggono!), anche se spesso non sono libri adatti alla propria età, questo libro invece potrebbe essere il compromesso perfetto: perchè non bisogna solo dire ai più piccoli di leggere, ma educarli alla lettura attraverso libri adatti alla loro età.

Detto ciò, vorrei scusarmi con voi per l’assenza di questi due giorni. Ho sostenuto il test d’ammissione alla Facoltà di Architettura e quindi sono stata un po’ “impegnata”.

Bhe, fatemi sapere cosa ne pensate di Suzanne Collins con un commento qui, su Twitter, Facebook o Pinterest.

Vi saluto!

I commenti sono chiusi.